AddThis Social Bookmark Button
Gallery shots!
Log in
Home  arrow  Curiosità  arrow  Consigli e rimedi per aiutare un gatto raffreddato

PostHeaderIcon Consigli e rimedi per aiutare un gatto raffreddato

gatto-malato_Copia

In questi giorni i miei gatti hanno avuto quella che si può definire una “passatina” di raffreddore ed è stata l’occasione, vista la forma benefica della patologia e conoscendo la terapia del caso, per conoscere accortezze e rimedi casalinghi capaci di aiutarli a superare i fastidi legati all’infreddatura.
Sul sito di animalidelmondo.it sono proposti alcuni consigli su come comportarsi con i nostri mici quando si prendono un piccolo malanno come il raffreddore che, se non adeguatamente curato, può generare problemi di salute più gravi. Il gatto, poi, è particolarmente incline a questo problema in quanto, se può, tende a trascorrere diverse ore fuori casa, anche durante i mesi invernali. Vediamo allora come curare il raffreddore al gatto.
Quando un gatto è raffreddato e ha il nasino chiuso, ovviamente perde un po' del suo olfatto. Questo incide molto sulla sua voglia di mangiare dal momento che il suo appetito è fortemente stimolato dagli odori. Provate allora a preparargli dei pasti caldi in modo tale che il calore farà si che il profumo del cibo si propaghi e lui sarà più stimolato a mangiare. Inoltre, gli fornirà un effetto piacevolmente decongestionante. Ricordate che è importante stimolare il suo appetito per evitare che si debiliti, abbassando così ulteriormente le sue difese immunitarie e causando problemi maggiori.
Un'altra accortezza da usare è quella di pulire spesso gli occhi e il naso del vostro gatto utilizzando dei batuffoli di ovatta, o delle garze imbevute con acqua tiepida, eliminando le secrezioni presenti. Cercate di tenerlo in casa, al caldo per più tempo possibile e sfruttate anche il calore e l'umidità presenti in bagno quando fate la doccia, permettendogli così di respirare aria calda e umida che favorisce la respirazione e la maturazione dei muchi. Per il nasino screpolato invece potete rimediare applicando ogni tanto della vaselina che lo aiuterà a mantenere sane le mucose. Se, nonostante tutte queste attenzioni, dopo un paio di settimane il gatto non dimostra segni di miglioramento, vi conviene rivolgervi ad un veterinario perché potrebbe anche trattarsi di un problema di natura allergica. 
In caso di complicazioni alle vie respiratorie, il veterinario vi saprà prescrivere sicuramente un'adeguata terapia antinfiammatoria o antibiotica. È estremamente importante seguirla scrupolosamente, senza interromperla quando notate segni di miglioramento, perché potreste rischiare che il vostro micio abbia una ricaduta e peggiorare così la situazione. Se invece avete l'abitudine di lavarlo, sicuramente i vapori sprigionati dall'acqua calda gli saranno molto utili, ma abbiate l'accortezza di asciugarlo molto bene, perché anche un colpo d'aria potrebbe rischiare di comprometterne la salute.
Non sottovalutiamo mai quando un gatto starnutisce perchè potrebbe esserci una patologia in corso o avere gravi complicanze nei gatti immunodepressi (FIV positivi).

Ultimo aggiornamento (Martedì 05 Dicembre 2017 07:37)

 

Questo sito fa uso di cookie propri e di alcune terze parti. Maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali sono disponibili nel link "privacy" qui in di lato, come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie e modificare le impostazioni del tuo browser. Proseguendo la navigazione acconsenti all'eventuale uso dei cookie di terze parti. Una volta accettato, questo messaggio non verrà più riproposto per la successiva navigazione. Vai alla pagina delle nostre Privacy Policy.

Accetto di proseguire la navigazione con i cookies.

EU Cookie Directive Module Information
Newsletter
Iscriviti subito, riceverai news aggiornamenti da Pet&Dintorni!
Spazio Associazioni
Cerca nel sito

Questo sito fa uso di cookie propri e di alcune terze parti. Maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali sono disponibili nel link "privacy" qui in di lato, come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie e modificare le impostazioni del tuo browser. Proseguendo la navigazione acconsenti all'eventuale uso dei cookie di terze parti. Una volta accettato, questo messaggio non verrà più riproposto per la successiva navigazione. Vai alla pagina delle nostre Privacy Policy.

Accetto di proseguire la navigazione con i cookies.

EU Cookie Directive Module Information