AddThis Social Bookmark Button
Gallery shots!
Log in
Home  arrow  Curiosità  arrow  Cani e gatti celiaci. Come scoprire l'intolleranza nei nostri pet

PostHeaderIcon Cani e gatti celiaci. Come scoprire l'intolleranza nei nostri pet

ciotola_CopiaI cani e i gatti possono essere celiaci. Nei prodotti alimentari per i nostri pet sta aumentando sempre piu’ la percentuale di glutine e amido, inoltre c’e’ la cattiva abitudine di dare pasta, biscotti e pane nella dieta casalinga. Cane e gatto possono infatti essere intolleranti al glutine, una proteina presente nel grano, ma anche nell’orzo e nella segale. Nel corso degli anni i nostri amici a quattro zampe si sono adattati ad una alimentazione che non rientra nel loro DNA ,piu’ precisamente il loro organismo non e’ stato progettato per assimilare il glutine ,l’amido e prodotti caseari.Ogni animale sia cane che gatto e’ un caso a se’ con un proprio corredo cromosomico e attivita’ digestiva quindi reagisce nei confronti del glutine con reazioni diverse. Sicuramente in natura il glutine non esiste nell’alimentazione  del cane ed del gatto ,l’assunzione porta ad un’alterazione della parete intestinale che con il tempo a secondo della sensibilita’ individuale si assottiglia o si ispessisce. Queste proteine alimentari estranee entrate nella circolazione sanguigna alterano il sistema immunitario con una iperattivita’ spesso aggravata da vaccinazioni ripetute, malattie infettive, parassitarie . Si tratta di un’allergia sempre più comune oltre a quelle alle proteine animali, come pollo e manzo.
Inizialmente gli studi avevano rilevato la celiachia solo nei setter irlandesi ma le esperienze sul campo ha allargato questa patologia a tutti i cani e i gatti, senza distinzioni di razza.
I sintomi più comuni della celiachia sono cutanei, come prurito, secchezza, otiti e dermatiti. Oppure possono essere sintomi gastroenterici, come diarrea, costipazione, vomito e perdita di peso, ma anche debolezza ed anemia.
A lungo andare, la celiachia può causare danni gravi come le malattie autoimmuni (Tiroiditi,Cushing,Mielopatie Degenerative,Encefaliti ,Pancreatiti,ecc) che aprono la strada a fenomeni degenerativi che nel tempo possono dare  lesioni neoplastiche.
Se avete il sospetto che il vostro cane o gatto possa essere intollerante al glutine, meglio rivolgersi al veterinario che, con un esame del sangue ed una biopsia, riuscirebbe a riconoscere l’allergia.

 

Questo sito fa uso di cookie propri e di alcune terze parti. Maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali sono disponibili nel link "privacy" qui in di lato, come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie e modificare le impostazioni del tuo browser. Proseguendo la navigazione acconsenti all'eventuale uso dei cookie di terze parti. Una volta accettato, questo messaggio non verrà più riproposto per la successiva navigazione. Vai alla pagina delle nostre Privacy Policy.

Accetto di proseguire la navigazione con i cookies.

EU Cookie Directive Module Information
Newsletter
Iscriviti subito, riceverai news aggiornamenti da Pet&Dintorni!
Spazio Associazioni
Cerca nel sito

Questo sito fa uso di cookie propri e di alcune terze parti. Maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali sono disponibili nel link "privacy" qui in di lato, come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie e modificare le impostazioni del tuo browser. Proseguendo la navigazione acconsenti all'eventuale uso dei cookie di terze parti. Una volta accettato, questo messaggio non verrà più riproposto per la successiva navigazione. Vai alla pagina delle nostre Privacy Policy.

Accetto di proseguire la navigazione con i cookies.

EU Cookie Directive Module Information