Nell’est della Siberia e’ stato rinvenuto un cucciolo letteralmente mummificato nel ghiaccio 18 mila anni fa e che, secondo i ricercatori, potrebbe essere l’antenato del cane, del lupo o un incrocio tra le due specie. L’animale, che aveva due mesi circa al momento del decesso, e’ stato ritrovato nei pressi di Yakutsk, in uno stato di perfetto conservazione, con pelo, baffi, denti e naso intatti. La datazione dell’animale e la sua eta’ al momento del congelamento sono state stabilite grazie al radiocarbonio. Finora lo studio sulla sequenza Dna del cucciolo, battezzato Dogor – che significa ‘amico’ in lingua Yakut – non ha permesso di determinare con precisione la specie. Per gli scienziati potrebbe trattarsi di un esemplare che fa da collegamento evolutivo tra lupi e cani odierni. I ricercatori del Centro di Paleogenetica di Svezia sono ancora incerti sulla sua identita’, se si tratti di un antenato di cani e lupi oppure del cane piu’ vecchio mai rinvenuto. I cani moderni sono considerati discendenti dei lupi, ma e’ tutt’ora in corso un dibattito sull’epoca in cui sono stati effettivamente addomesticati. In base agli ultimi studi questo passaggio risalirebbe tra 20 mila e 40 mila anni fa. (AGI)

Categorie: News dal Mondo