In Egitto l’amore e l’apprezzamento delle qualità dei gatti è vivo da millenni e i gatti sanno meritarselo. E’ quanto dimostrato da una tenera micia rossa che si dedica a dare conforto ad Ahmed Flaty, uno dei tanti infermieri impegnati nella lotta al Covid-19 in Egitto, un Paese duramente colpito dalla pandemia, uno sforzo che l’ha provato fisicamente e psicologicamente.
Il giovane infermiere, come tanti suoi colleghi in queste ultime settimane, è sottoposto ad un tour de force di turni di 12 ore ininterrotte per 20 giorni di fila.
Esausto, Flaty cerca un po’ di ristoro durante una pausa fuori dall’ospedale. Seduto su un muretto, poco lontano dall’ingresso dell’ospedale, stava parlando con un collega. Silenziosa una gattina lo ha scelto per condividere un momento speciale: “Si è avvicinata, non miagolava o altro. Mi guardava, poi mi è salita in grembo. Mi ha guardato per un po’ e poi si è addormentata sulle mie gambe”.
Flaty non riusciva a credere che la gattina avesse avuto il coraggio di quel gesto, forse anche la micia aveva bisogno di un po’ di conforto-
L’infermiere è rimasto fermo mentre coccolava quella micia che ha dormito sulle sue gambe per 15-20 minuti. Poi a un certo punto la gattina ha deciso che il suo “lavoro” era finito: si è svegliata e si è allontanata lasciando al giovane tanta serenità.

 

 

 

 

Categorie: News dal Mondo