La ciotola, per il cibo e per l’acqua, è senza dubbio l’oggetto che si acquista per primo all’arrivo di un cane o gatto in famiglia. Ma quali criteri seguire per scegliere quelle più indicate nell’accudimento del nostro pet? Nella ciotola per il cibo un cane ci mangia almeno una o due volte al giorno, il gatto molto più spesso e poi c’è quella per l’acqua, che deve sempre essere a disposizione dell’animale affinché possa bere più volte al giorno. Ma quali caratteristiche deve avere una ciotola per gatti e per cani e di quale materiale, tra plastica, acciaio o ceramica, deve essere fatta?
Molti veterinari che consigliano ciotole di acciaio inox anzi che di plastica. Le ciotole di plastica infatti possono causare disturbi dermatologici al muso. I gatti, in particolare, hanno l’abitudine di mordicchiarle così facendo graffiano i bordi favorendo il proliferare di batteri, inoltre, anche dopo lavato queste ciotole, spesso preservano cattivo odore.
Se vi accorgete che vostro micio ha problema alla pelle del muso, al mento o alle labbra è bene ora di cambiare le ciotole. Le ciotole devono essere sempre pulite. Gatti sono molto schizzinosi, piuttosto che mangiare in una ciotola sporca saltano il pasto.

Nella scelta di una ciotola per cane, la prima caratteristica da considerare sono le dimensioni: i cani di grossa taglia hanno infatti bisogno di una ciotola di diametro e profondità tali da permettere loro di infilare il muso senza toccare i bordi; i cani di piccola taglia invece possono mangiare in una ciotola più piccola, sufficiente a contenere la razione di cibo. Una volta stabilite le dimensioni della ciotola ideale per il proprio cane occorre valutare anche il materiale con cui è fatta, potendo, anche qui, scegliere tra ciotole in acciaio, ceramica o plastica.
Le ciotole per cani in plastica sono senza dubbio le più diffuse e per molti anche le più pratiche: sono infatti leggere e infrangibili e tuttavia possono risultare troppo leggere, soprattutto con cani molto voraci che tendono a ribaltarle. C’è poi da considerare l’aspetto igienico: la plastica può tendere a trattenere odori e incrostazioni nonché a rilasciare sostanze tossiche se di dubbia provenienza. Al momento dell’acquisto è quindi importante valutare la provenienza del prodotto e affidarsi a marchi conosciuti senza valutare unicamente il costo e il risparmio.
Le ciotole in acciaio sono senza dubbio le più pratiche, potendole lavare anche in lavastoviglie, e risultano per questo anche molto igieniche, con anche il vantaggio di pesare più della plastica e risultare più stabili, anche con cani voraci o di grossa taglia. L’importante è che abbiano il bordo inferiore di gomma, per evitare che si spostino durante il pasto, e poi occorre qualche attenzione in più per i cani che vivono o mangiano all’aperto: le ciotole per cani in acciaio rischiano infatti di surriscaldarsi in estate, se lasciate al sole, o diventare molto fredde se non ghiacciate, in inverno, rendendo indigesto il pasto del cane.
Una ciotola per cani in ceramica non è affatto una scelta particolare: la ceramica infatti è il materiale più igienico che ci sia (non a caso si usa anche per i piatti e i sanitari di casa) e facile da pulire. Ovviamente la ceramica non è infrangibile e occorre valutare con attenzione il carattere e il comportamento del proprio cane durante i pasti per evitare incidenti spiacevoli nel caso di cadute o sfregamenti per terra.
Fate ora la vostra scelta e buon appetito!

Categorie: Curiosità