I carabinieri di Trecastagni (Catania), con i colleghi di Acireale e personale del Dipartimento di prevenzione veterinaria dell’Asp di Catania, hanno denunciato una donna di 29 anni e due uomini di 32 e 56 anni, tutti di Aci Sant’Antonio, ritenuti responsabili di furto aggravato e ricettazione in concorso, e delle violazioni delle norme in materia di allevamento di animali (mancata registrazione e identificazione della specie allevata). I militari, a seguito della denuncia relativa al furto di un pony, avvenuto lo scorso 21 settembre a Trecastagni, hanno avviato immediatamente le indagini riuscendo a individuare il fondo agricolo dove l’animale era stato nascosto.Nel terreno in via Santacroce, agro del comune di Aci Sant’Antonio (Catania), nella disponibilità dei tre denunciati, oltre a ritrovare l’animale rubato, i carabinieri hanno accertato la realizzazione in cemento e metallo di 5 box adibiti al ricovero di 50 suini, tutti privi dei requisiti identificativi, e di 10 cani privi di microchip.Animali, compreso il povero pony ed esclusi i cani, destinati verosimilmente alla macellazione clandestina con possibili ripercussioni sulla salute dei consumatori finali degli alimenti. L’allevamento è stato posto sotto sequestro, mentre il pony è stato restituito ai proprietari. 

Categorie: News