Due cacciatori sta vano rientrando ad Ancona dalla Croazia, per nulla preoccupati di aver lasciato nella stiva soffocante della nave i loro cani. Il triste epilogo è stato scoperto quando gli agenti del Corpo forestale dello Stato e della Polizia di frontiera di Ancona hanno bloccato durante lo sbarco dalla motonave un automezzo con due cacciatori pesaresi e 4 cani da caccia: due dei cani erano morti durante la traversata. Lasciati chiusi in una gabbia nell’automezzo caricato nella stiva potrebbero essere morti soffocati o di sete: sara’ l’autopsia a stabilirlo. Sul posto e’ intervenuto anche il veterinario dell’Asur. I due cacciatori sono stati denunciati per maltrattamento di animali.
E’ il secondo caso del genere che si verifica nel porto di Ancona nell’arco di pochi mesi: a febbraio tre cacciatori erano stati denunciati per lo stesso reato. Per non sottoporre gli animali a strazi e maltrattamenti, il Cfs raccomanda a chi viaggia di verificare i regolamenti delle navi e assicurarsi che siano idonee al trasporto di animali, ai quali comunque durante il tragitto devono essere garantiti aria e acqua sufficienti. Tutte cose di cui si preoccupa chi ama il proprio cane. 

Categorie: News dal Mondo