Abbiamo già pubblicato un vademecum con i consigli generici per consentire ai nostri 4zampe di affrontare il caldo estivo senza troppi disagi ma particolari attenzioni vanno riservate ai gatti specialmente se chiari e anziani. Questi soggetti hanno bisogno di accorgimenti particolari quando arriva il solleone e il caldo diventa torrido.
Scottature, colpi di sole e disidratazione possono colpire sia i gatti che vivono in casa che quelli che vivono all’aperto, per questo è bene essere informati e sapersi comportare per affrontare un’emergenza. I gatti
amano le temperature miti, ma più aumenta il caldo maggiori sono le possibilità che incorrano in complicazioni connesse alle temperature troppo elevate. Ci sono numerose precauzioni che si possono prendere per affrontare il caldo estivo in tutta sicurezza.
I gatti bianchi o i gatti con le orecchie e il muso bianchi sono particolarmente soggetti alle scottature. Prima di farli uscire sia in campagna che sul davanzale applicate una protezione solare sul musetto e le orecchie, dato che sarà impossibile farli stare tutto il giorno all’ombra! Durante le ore più calde con sole intenso, è comunque consigliabile tenere il tuo gatto in casa per proteggerlo dai danni causati dal sole.
Quando fa molto caldo si può evitare che il gatto abbia un colpo di calore tenendolo al chiuso e in una stanza fresca. Bagnargli le zampe in una vaschetta d’acqua e rinfrescargli il collo con un impacco freddo, può aiutare.  Avvolgete in un asciugamano un paio di quelle mattonelle ghiacciate che si usano nelle borse termiche e mettetele nella sua cesta: in questo modo avrà un angolo fresco in cui rifugiarsi dal caldo.
Se vediamo il nostro gatto un po’ strano e temiamo abbia un colpo di sole per esserne certi è bene conoscere i sintomi:

· Affanno

· Ansia, manifestata anche da continue camminate

· Battito cardiaco accelerato

· Difficoltà respiratorie o iperventilazione (le razze con il naso piatto possono manifestarle in anticipo a causa della conformazione delle vie respiratorie)

· Gengive rosso scuro

· Sonnolenza

· Aumento della temperatura corporea (la temperatura corporea interna del tuo gatto dovrebbe essere tra i 38°C e i 38,5°C. Una temperatura maggiore di 40°C è un serio segnale d’allarme)

Se il tuo gatto mostra qualcuno dei segnali sopra riportati, cerca di raffreddarlo il più velocemente possibile immergendolo in acqua fredda e poi avvolgendolo in un asciugamano bagnato. Portalo dal veterinario per un controllo poiché un colpo di calore può, in casi estremi, essergli fatale.
La disidratazione può avere conseguenze molto serie nei gatti, per questo assicurati di lasciare sempre dell’acqua in vari punti della casa quando inizia a fare molto caldo. Ricorda anche di riempirla continuamente quando la vedi diminuire.
Alcuni gatti bevono meno quando fa più caldo, ma puoi invogliarlo aggiungendo un cubetto di ghiaccio nella ciotola dell’acqua e tenendola sempre fresca e pulita. Persuaderlo gentilmente mettendogli la ciotola accanto è un altro trucco che potrebbe funzionare.
I gatti che vivono in appartamento hanno bisogno di un riparo dal sole intenso, per questo se hai l’abitudine di lasciare completamente aperte le persiane per tutto il giorno, dovresti fare attenzione. I raggi solari possono rapidamente riscaldare una stanza lasciando il tuo gatto senza un riparo dal caldo durante il giorno, quindi lascia le persiane chiusa in qualche stanza della casa. Questo contribuirà a non far riscaldare troppo l’ambiente e a dare al tuo gatto l’ombra di cui ha tanto bisogno.

Fonte: www.hillspet.ch/it

 

Categorie: Curiosità