Il decreto governativo del 9 marzo che impedisce gli spostamenti se non per motivi lavorativi o sanitari sta gettando nel panico tanti volontari che hanno i loro rifugi fuori dal Comune o che, comunque, si devono spostare in auto anche all’interno del Comune di residenza per raggiungere la colonia felina che seguono o i cani randagi che nutrono ogni giorno.
Riteniamo opportuno pubblicare l’autocertificazione da portare con sé negli spostamenti per nutrire i randagi. Ricordiamo che è necessario tenerlo sempre con sé e esibirlo in caso di controlli.
La voce che giustifica lo spostamento è “situazioni di necessità”.
Se il volontario appartiene a una associazione, è utile una attestazione a firma del presidente dell’associazione con la quale si documenta l’attività di pubblica utilità svolta a tutela degli animali. I volontari e le volontarie Enpa che si trovassero in questa condizione devono rivolgersi al proprio presidente/commissario di Sezione. Tutti i dirigenti territoriali Enpa hanno ricevuto ieri istruzioni in tal senso. Ricordiamo infine che il l’attestazione dell’associazione di appartenenza deve essere sempre accompagnata dall’autocertificazione personale.
AUTOCERTIFICAZIONE

Categorie: Curiosità