Un 73enne pensionato di Piazza Armerina è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna dai militari della locale Stazione per aver ferito un cane randagio che si trovava nella sua proprietà, colpendolo con numerosi colpi di arma da fuoco. Al pensionato, immediatamente sono stati ritirati precauzionalmente dai militari ben cinque fucili e numerose cartucce calibro 12 regolarmente possedute, oltre che il libretto personale per la licenza di porto di fucile per tiro a volo.
Nello specifico l’uomo, disturbato per la presenza dell’animale, decideva di colpirlo, ma il rumore provocato dagli spari attirava l’attenzione dei passanti che allertavano il 112. Immediatamente veniva inviata una pattuglia della Stazione Carabinieri della città dei mosaici, che congiuntamente a personale del servizio veterinario dell’ASP di Enna, constatavano l’accaduto e prestavano le prime cure all’animale ferito. un incrocio di razza setter.
Dunque massima è l’attenzione delle forze dell’ordine nel delicato settore delle armi, tenuto conto di possibili impropri usi delle stesse con conseguenze gravi a volte anche per le persone. In tale ambito, le attività di controllo su coloro che a vario titolo detengono armi diventano determinanti per la verifica dei presupposti alla base del rilascio da parte delle Autorità di P.S. delle licenze secondo la normativa vigente in materia.

Categorie: News