Emule di Elisabetta Canalis e incuranti del freddo della capitale russa, due animaliste americane della Peta, People for the Ethical Treatment of Animals, sono state arrestate a Mosca, perché volevano manifestare nude contro l’uso di pelle, pelliccia e pure della lana.
Le due attiviste, Tracy Patton e Meggan Anderson, forse non immaginavano che a impedire il loro spogliarello non sarebbe stato il clima rigido ma la rigida disciplina che sanno imporre che i poliziotti russi a chi inscena una protesta senza le regolari autorizzazioni. Infatti non hanno fatto tempo a togliersi i vestiti, che praticamente erano già nella stazione di polizia “Presnensky”,dove sono state trattenute per un paio d’ore.
Non è la prima volta che a Mosca i manifestanti improvvisati vengono fermati ma una delle due giovani non è un’animalista qualsiasi. Alla Anderson il Presidente Obama ha conferito il premio per il volontariato e per la protezione degli amici a quattro zampe. E’ stata lei poi a spogliarsi in studio, al canale tv russo “Dozhd-Pioggia”, coprendosi con un poster con lo slogan “Di pelle hai già la tua”. Dopo aver espresso sorpresa per l’interferenza delle forze dell’ordine russe, ma definendo l’incidente un “malinteso”.

Fonte e foto: TMNews

Categorie: Curiosità