Anche i cani soffrono di crisi adolescenziali diventando meno inclini all’addestramento e all’obbedienza. Si tratta però di una fase di passaggio. E’ quanto afferma uno studio condotto dai ricercatori delle Università di Nottingham, Newcastle ed Edimburgo, e pubblicato sulla rivista Biology Letters. I ricercatori hanno osservato il comportamento dei cani per verificare se l’adolescenza, che per gli esseri umani può essere tanto complicata, possa portare a cambiamenti significativi. Il team ha analizzato un gruppo di 69 cani, monitorando i livelli di obbedienza di labrador, golden retriever e meticci differenziando i comportamenti tra i cinque e gli otto mesi, che nei cani corrispondono rispettivamente al periodo della pre-adolesscenza e della pubertà.
“Quando attraversano questa fase – spiega Naomi Harvey della School of Veterinary Medicine and Science presso l’Università di Nottingham- molti cani vengono abbandonati o mandati in adozione a causa della mancanza di obbedienza, ma se i proprietari riescono a mostrare pazienza e amore, il loro animale tornerà’ presto come una volta, proprio come avviene con gli adolescenti più ‘turbolenti’, che poi si realizzano come adulti. Molti sospettano da tempo che la pubertà influisca sul comportamento dei cani, ma non erano mai stati condotti studi scientifici a riguardo. Ora abbiamo qualche informazione in più e soprattutto le prove che si tratti di una fase passeggera”.

Categorie: Curiosità