Enrico Loretti, coordinatore del gruppo sul benessere animale della Societa’ italiana medicina veterinaria preventiva ha commentato molto favorevolmente la decisione di abolire l’uso del frustino in un’importante gara ippica britannica, annunciata dagli organizzatori della National Hunt.  “Una proposta utile per evitare la sofferenza gratuita degli animali e innalzare il livello di sensibilità sul tema”. Loretti ha voluto anche ricordare che”Attualmente ci sono già delle limitazioni che, però, sono soggettive. Tocca infatti alla giuria stabilire se l’uso e’ corretto, seguendo regole che evitino crudeltà ed eccessi. La valutazione, insomma, e’ lasciata al singolo giudice. Persone competenti ma, comunque, con sensibilità diverse tra loro”. Al fantino vincitore dell’ultima edizione della  Grand National, pericolosissima corsa ippica inglese dove quest’anno hanno trovato la morte due cavalli, sono stati inflitti solo cinque giorni di sospensione per  abuso nell’uso del frustino.

Con questa decisione sarà garantito un comportamento che tuteli tutti gli animali nello stesso modo. Ha poi concluso sottolineando che la Societa’ italiana medicina veterinaria preventiva “Come società scientifica vede con favore tutto quello che può aiutare a favorire un rapporto uomo-animale non impostato sulla violenza”.

Categorie: News dal Mondo