Ogni anno viene accolto dal gattile “gli Aristogatti” di Parma “un numero sempre crescente di cuccioli di gatto”, per la maggior parte lattanti da svezzare (tra i tre e i 40 giorni di vita). E cosi’, il Comune di Parma “per fare fronte a questa periodica emergenza” propone un corso per l’allattamento e lo svezzamento dei gattini rivolto ai suoi cittadini “da sempre molto sensibili alle problematiche animali e che volontariamente possono dare la propria disponibilita’”, sottolinea l’amministrazione in una nota. Il corso, di circa due ore, si terra’ nell’aula didattica del canile “Lilli e il Vagabondo” giovedi’ 7 maggio alle 17.30. In ‘cattedra’ ci saranno coloro che abitualmente si occupano dei gattini ospitandoli a casa propria fino al completamento dello svezzamento: operatoridella coop sociale Avalon, volontari e medici veterinari del Polo integrato animali d’affezione.
Tra i partecipanti al corso che daranno volontaria adesione e disponibilita’ verra’ stilata una lista di nominativi a cui il gestore della struttura si rivolgera’ in caso sia necessario dare una mano. Ai cittadini che volontariamente decideranno di ospitare ed occuparsi gratis dei piccoli mici verra’ fornito il cibo e garantita l’assistenza veterinaria da parte dello staff sanitario del Polo integrato degli animali d’affezione del Comune. Al completamento dello svezzamento i cuccioli verranno accolti in struttura ed inseriti nel protocollo di adozioni del Polo. Il corso e’ aperto a tutti i cittadini maggiorenni. Ci sono disponibili 30 posti. In caso le adesioni siano di piu’ si organizzeranno altri incontri, comunicando per tempo le nuove date ai richiedenti. Per le adesioni si puo’ telefonare a questi numeri (0521/218861-218779- 218595-031889) o inviare una mail a:
m.g.gragnani@comune.parma.it e a.sinisi@comune.parma.it.