New York è una città fantastica, dove tutto può succedere ma vedere una zebra e un pony a spasso per un centro commerciale fa sempre scalpore.
Mercoledì scorso, il pony Casper e la zebra Razzi (abbreviazione di Paparazzi) sono scappati dallo”zoo domestico”  di proprietà del signor Schirripa per andarse al vicino centro commerciale.
La scappatella è durata poco, acciuffati, i due animali sono stati riportati “a casa” dal loro proprietario non senza aver suscitato stupore tra i negozianti e bloccato il traffico come riportato da il Corriere.it.
“Ero tranquillamente seduto alla mia scrivania quando, verso le 9.20, dalla vetrina del mio negozio ho visto una zebra e un pony che andavano avanti e indietro per la strada”, ha raccontato al giornale locale “Staten Island Advance” Zachary Osher, proprietario di un negozio di tende su Victory Boulevard. L’uomo, che non credeva ai suoi occhi quando ha assistito alla scena, ha avuto però la prontezza di prendere il suo smartphone e di girare un video che ha poi mandato al sito del quotidiano. “La zebra e il pony a un certo punto hanno iniziato a dirigersi verso la strada – ha aggiunto – e lì una macchina li ha quasi investiti, mentre un’altra suonava il clacson”. Ma il sogno di vivere in libertà per i due animali ha avuto vita breve: “Dopo 30 secondi sono comparsi due uomini vestiti di nero che avevano in mano un lazo”. Anche se la storia del lazo è stata smentita al New York Times dal proprietario degli animali. “Ho semplicemente chiesto a della gente di aiutarmi a fermare la corsa di Casper e Razzi e poi li ho convinti a seguirmi con del cibo”, ha fatto sapere.
Un portavoce della polizia ha confermato, già verso le 10, che i “fuggitivi” erano stati presi e restituiti al proprietario. L’uomo, 31 anni, li tiene nel giardino di casa. E ha raccontato di aver acquistato Razzi un paio di mesi fa per il proprio “petting zoo” – uno “zoo casalingo” in cui le persone possono accarezzare gli animali – che ha messo in piedi a ottobre. Ma ha anche detto di aver noleggiato, per il suo progetto, anche un lama, due alpaca, due mucche, sei maiali e tre papere. Ma la portavoce dell’Health Department, Chanel Caraway, ha affermato che non risulta alcun permesso accordato per un “petting zoo” all’indirizzo di Schirripa. Che, a questo punto, sarebbe fuorilegge. Schirripa, fotografato qualche tempo fa mentre porta la sua Razzi al guinzaglio, ha ammesso: “Ho sempre desiderato avere una zebra, perché nessuno ce l’ha”. Ma sicuramente lei e il pony Casper sembrano stufi di vivere come animali compagnia.

Categorie: Curiosità