Non qualcosa che deve obbligatoriamente preoccuparci se vediamo il nostro cane “fare la cariola” cioè  appoggia il sedere a terra e portate in alto le zampe posteriori lo struscia a terra avanzando  con le zampe anteriori, Una tecnica per per placare un prurito o un fastidio improvviso. Un atteggiamento buffo se casuale ma se si ripete con frequenza allora dobbiamo porci delle domande perchè il  cane potrebbe avere un problema più serio di quanto sembra.
Principalmente potrebbe trattarsi di parassiti intestinali o infiammazione delle ghiandole perianali
Nel primo caso è probabile che il cane abbia accidentalmente ingerito una pulce in cui si è insediata la Tenia (Dipylidium caninum), un parassita che causa diarrea, vomito e dimagrimento oltre a prurito anale. Dall’esame delle feci, il veterinario potrà rilevare la presenza di questo parassita intestinale che nei casi di infestazione particolarmente intensa è visibile ad occhio nudo perché simile a chicchi di riso: il veterinario provvederà a somministrare una terapia farmacologica.
Se invece il fastidio è dovuto alle ghiandole perianali piene o infiammate il cane, oltre a strisciare il sedere per terra, si mordicchia la zona sotto la coda, non riesce a sedersi e assume la posizione come se dovesse defecare ma senza riuscirci. La funzione di queste ghiandole è di produrre una sostanza che marca il territorio e che ammorbidisce le feci rendendole più facili da espellere.Di norma queste ghiandole, si svuotano spontaneamente al passaggio delle feci, oppure quando il cane è eccitato o agitato.Se però, a causa di batteri che ostruiscono i canali, il liquido non fuoriesce, tende ad accumularsi provocando un’infiammazione che può trasformarsi in infezione che a sua volta determina la formazione di ascessi o fistole molto dolorose.
In questi casi il veterinario provvede a svuotare le ghiandole con una tecnica manuale e se la situazione è grave ricorre anche all’intervento chirurgico.

Fonte: deabyday.tv/

Categorie: Curiosità