Carabinieri forestali del raggruppamento Cites hanno sequestrato in Sabina e a Roma oltre 50 uccelli appartenenti a specie protette, tra cui cardellini e verzellini, e 15 ghiandaie marine, una specie rara. Lo rende noto il ministro dell’Ambiente Sergio Costa che si congratula per l’operazione “‘Ali azzurre”, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Civitavecchia”, nell’ambito della campagna estiva di contrasto ai crimini contro uccelli in via di estinzione. “Con questa operazione – rileva il ministro – i Carabinieri hanno dato un duro colpo al prelievo dai nidi di piccoli e uova, attività illegale che purtroppo imperversa in questo periodo, a danno di specie altamente protette spesso in via di estinzione. Un’operazione che è un’attuazione efficace del Piano nazionale del ministero dell’Ambiente a tutela degli uccelli italiani ed europei, oltre che una dimostrazione di grande professionalità contro il bracconaggio e i traffici illeciti di animali”. Gli uccelli sono stati affidati al centro di recupero Lipu di Roma, in attesa di essere riabilitati al volo e liberati.(ANSA).

Categorie: News